Articoli

Mobbing Orizzontale: il datore di lavoro può rivalersi sul dipendente reo di mobbing (Cass. Civ., Sez. lav., sentenza 22/03/2018 n° 7097)

  |   Diritto del Lavoro, Tutte le News

19/04/2018

 

Sappiamo che il datore di lavoro che non intervenga per fare cessare condotte vessatorie poste in essere dai propri dipendenti a danno di un altro dipendente (c.d. mobbing orizzontale), è responsabile e risponde ai sensi del combinato disposto degli artt. 2087 e 2049 c.c. dei danni arrecati al lavoratore mobbizzato.

 

Il principio nuovo che afferma la sentenza in esame è quello per il quale il datore di lavoro ha diritto a rivalersi a titolo contrattuale nei confronti del dipendente che ha praticato il mobbing.

 

Ciò in quanto il dipendente, nel porre in essere la suddetta condotta lesiva, è venuto meno ai doveri fondamentali connessi al rapporto di lavoro, quali sono gli obblighi di diligenza e fedeltà prescritti dagli artt. 2104 e 2105 c.c., e ai principi generali di correttezza e di buona fede di cui agli artt. 1175 e 1375 c.c..

 

©copyright Studio Legale Albini & Partners

  •  
  •  

Hai bisogno di una consulenza legale?

Rivolgiti ai nostri esperti

Contattaci

AUTORE - Studio Legale Albini