Articoli

Separazione e Affidamento figli: No al diritto del padre di trascorrere con il figlio la stessa quantità di tempo della madre

  |   Diritto di Famiglia e delle Persone, Tutte le News

In caso di separazione e, di conseguente affidamento dei figli nati dal matrimonio, i genitori separati non hanno un diritto a trascorrere la stessa quantità di tempo con i figli.

 

La Cassazione, con ordinanza n. 32258 del 13 dicembre 2018, ha respinto il ricorso di un papà che chiedeva di passare più tempo con la figlia, affermando come non sussista alcuna proporzione automatica di uguale permanenza dei figli presso ciascun genitore neppure in regime di “affido condiviso“.

Il principio di “bigenitorialità” si traduce nel diritto di ciascun coniuge a essere presente in maniera significativa nella vita del figlio ma ciò non vuol dire un diritto a trascorrere la stessa quantità di tempo con i figli.

Passerà più giorni con il bambino “chi è in grado d’instaurare un legame affettivo molto forte e di farlo crescere in un ambiente sociale più consono“.

 

Statisticamente secondo i giudici le mamme.

 

Il Disegno di Legge Pillon, in discussione alla Commissione di giustizia del Senato, si muove in una direzione opposta a quella della pronuncia della Cassazione in commento, avendo, infatti tra i suoi cardini fondamentali proprio l’equilibrio tra entrambe le figure genitoriali, ovvero tempi paritari di permanenza dei figli c/o ciascun genitori (per approfondimenti leggi: “Fine dello straoptere delle medri con il Disegno di Legge Pillon”).

 

 

©opyrigt Studio Legale Albini e Partners ✍️

  •  
  •  

Hai bisogno di una consulenza legale?

Rivolgiti ai nostri esperti

Contattaci

AUTORE - Marcello Albini